Come spesso accade, le scoperte più interessanti non avvengono per caso – e  nemmeno il fatto di nasconderle.

****************

Il dottor Roy Spencer, uno dei principali ricercatori dell’Università dell’Alabama a Huntsville, contraddice le affermazioni ufficiali. Spencer gestisce la misurazione più autorevole della temperatura mondiale, utilizzando i satelliti della NASA. Google ha demonetizzato il suo sito web, dove riporta i risultati. Lo accusa di diffondere notizie “dannose”, ovvero che il pianeta non si sta riscaldando così velocemente come previsto.

Qui parla a The Bolt Report.(ndr video in seguito

I giganti dei social media stanno sempre più censurando il dibattito – e adesso Google sta punendo uno dei massimi esperti mondiali di clima.

Il professor Roy Spencer gestisce una delle cinque grandi misurazioni della temperatura mondiale, secondo alcuni la più autorevole, presso l’Università dell’Alabama a Huntsville.

Il suo lavoro è stato ampiamente citato nella letteratura scientifica e gli è valso il premio speciale dell’American Meteorological Society.

Ecco il problema. Le ultime misurazioni di Spencer per il mese di gennaio confermano ancora una volta che il pianeta non si sta riscaldando così velocemente come previsto dai modelli climatici. Non mostrano praticamente alcun riscaldamento rispetto alla media trentennale – solo 0,03 gradi sopra tale media.

(Vedi sopra).

Questo tipo di dati ha indignato alcuni militanti. Si sono lamentati con Google, che gli ha comunicato di voler demonetizzare il suo sito web perché avrebbe fatto “affermazioni inaffidabili e dannose”.

Ciò significa che Spencer non potrà guadagnare dagli annunci pubblicitari inseriti sul suo sito dal programma Adsense di Google.

FONTE https://www.heraldsun.com.au/blogs/andrew-bolt/roy-spencer-on-google-punsihing-him-for-rep/news-story/e40f106855ce878a3617c962b7b6cad3 

BLOG DI ROY SPENCER https://www.drroyspencer.com/2022/01/unreliable-and-harmful-claims-this-website-has-been-demonetized-by-google/

Google ha dichiarato di voler bandire tutti i siti che sono scettici nei confronti del “consenso scientifico consolidato”.

Il problema dei dati satellitari è che mostrano un riscaldamento globale minore rispetto alle misurazioni di superficie spesso citate. Questa è stata a lungo una spina nel fianco degli attivisti verdi che promuovono l’agenda Net Zero con timori isterici che il pianeta si stia dirigendo verso un riscaldamento catastrofico causato dalla combustione di combustibili fossili. Ma le misurazioni di superficie soffrono di molti svantaggi, non ultimo l’effetto delle massicce distorsioni del calore urbano causate dalla crescita delle città in tutto il mondo negli ultimi 70 anni. Ciononostante, le misure di superficie più elevate sono utilizzate per fornire una copertura alle ipotesi dei modelli climatici che prevedono un riscaldamento futuro fino a 6°C. Negli ultimi 40 anni, nessuno di questi modelli ha fornito una previsione accurata.  VEDI QUI 

Il documento di cui è coautore il Dr. Christy sulle distorsioni del riscaldamento dei modelli climatici è uno dei 10 più scaricati degli ultimi 12 mesi nella rivista Earth and Space Science dell’American Geophysical Union (AGU).

“Abbiamo testato la capacità dei modelli climatici di riprodurre ciò che il mondo reale ha già sperimentato utilizzando una variabile – la temperatura atmosferica di massa – che è una metrica di base del sistema climatico”, spiega il dottor Christy. “Tutti i modelli hanno riscaldato l’atmosfera in media molto più velocemente di Madre Natura negli ultimi 40 anni”.

Secondo Christy, i modelli, che sono semplicemente ipotesi teoriche da verificare, hanno fallito un test significativo della loro capacità di rappresentare il modo in cui funziona il mondo reale.

****************

La vera catastrofe è il catastrofismo climatico. Per comprendere come si sia giunti a concepire l’idea di catastrofe climatica nei termini correntemente usati – vedi anche l’intervista alla fisica del clima Judith Curry.

A sorpresa, nemmeno Wikipedia ha osato screditare il professore Spencer. Le sue dichiarazioni, tuttavia, sono state semplicemente censurate.

ESTRATTO WIKIPEDIA

Mutamenti climatici

Spencer è firmatario di An Evangelical Declaration on Global Warming (Una dichiarazione evangelica sul riscaldamento globale),[25][26] che afferma che «La terra ed il suo ecosistema – creati dall’intelligente disegno ed infinita potenza di Dio e sostenuti dalla Sua fedele provvidenza – sono robusti, resistenti, autoregolantisi ed autocorreggentisi».[27] Egli crede che gran parte dei cambiamenti climatici siano naturali all’origine, il risultato di cambiamenti di lungo termine nella irradiazione della terra e che l’emissione antropogenica di gas serra abbia causato qualche cambiamento, ma che la sua influenza sul riscaldamento sia piccola in confronto alle naturali, interne, caotiche fluttuazioni nella copertura media globale delle nuvole.[28]

Nel 2006 Spencer criticò il documentario di Al Gore Una scomoda verità (An Inconvenient Truth), dicendo: «Per esempio, Mr. Gore sostiene che la terra è oggi più calda di quanto lo sia stata in migliaia di anni. Già l’ultimo rapporto dell’Accademia nazionale delle scienze degli Stati Uniti (NAS) in argomento ha ora riconosciuto che ciò noi effettivamente sappiamo è che oggi è più caldo di quanto lo fosse negli ultimi 400 anni, il che è in gran parte dovuto alla piccola era glaciale[29]

In una colonna di opinione del New York Post del 26 febbraio 2007, Spencer ha scritto:

«Contrariamente alla credenza popolare, molto pochi scienziati – forse nessuno – ha un quadro di sufficientemente approfondita comprensione del sistema climatico, sul quale fare affidamento per una previsione sulle dimensioni del riscaldamento globale. Per il pubblico, noi tutti possiamo sembrare esperti, ma gran parte del nostro lavoro è solo una piccola porzione del problema.» [30]

In un’intervista del 28 febbraio 2007 al talk show conservatore condotto da Rush Limbaugh Spencer ha affermato di non credere che ci sarà un riscaldamento globale catastrofico di origine antropogenica. Egli ha anche criticato i modelli climatici, dicendo che:

«Coloro che hanno costruito i modelli climatici che prevedono un riscaldamento globale credono che essi contengano sufficienti cognizioni di fisica da poter prevedere il futuro. Io non lo credo. Io credo che il sistema climatico, il tempo così com’è oggi nel mondo reale mostri una stabilità che non si trova nei loro modelli.» [31] Roy Spencer si trova anche in un film-documentario, che argomenta contro la teoria del riscaldamento globale provocato dall’uomo, dal titolo The Great Global Warming Swindle. (La truffa del grande riscaldamento globale).

Egli testimoniò di fronte al Waxman committee’s examination of political interference with climate science il 19 marzo 2007.[2]

Spencer ha pubblicato due libri sui mutamenti del clima: nel 2008, Climate Confusion: How Global Warming Hysteria Leads to Bad Science, Pandering Politicians and Misguided Policies that Hurt the Poor (Confusione sul clima: come l’isterismo sul riscaldamento globale porta a cattiva scienza, ricerca di consenso politico, politiche fuorvianti che danneggiano i poveri)[32] e nel 2010, The Great Global Warming Blunder: How Mother Nature Fooled the World’s Top Climate Scientists (Il grosso errore del grande riscaldamento climatico: Come madre Natura ha preso in giro i più grandi scienziati del mondo sul clima).[33]

Il 18 luglio 2013, nel corso di una conferenza dal titolo Cambio climatico, sta accadendo adesso, organizzato dal Comitato per l’Ambiente ed i Lavori Pubblici, della senatrice U.S.A. Barbara Boxer, Spencer suggerì che il titolo della conferenza avrebbe dovuto esser cambiato in Cambio climatico, è già accaduto in precedenza. Agli aggiunse, alla presenza della senatrice, che: «Gli ultimi 2000 anni di variazioni approssimate della temperatura per l’emisfero terrestre settentrionale mostrano che il moderno periodo di caldo (oggi) non è significativamente diverso dal periodo caldo del medioevo di ~1000 anni fa, o del periodo romano di caldo di ~2000 anni fa.».[34]

FONTE https://it.wikipedia.org/wiki/Roy_Spencer_(scienziato)

Roy W. Spencer ha conseguito il dottorato di ricerca in meteorologia presso l’Università del Wisconsin-Madison nel 1981. Prima di diventare ricercatore principale presso l’Università dell’Alabama a Huntsville nel 2001, è stato scienziato senior per gli studi sul clima presso il Marshall Space Flight Center della NASA, dove insieme al dott. John Christy ha ricevuto la medaglia per l’eccezionale risultato scientifico della NASA per il lavoro di monitoraggio della temperatura globale con i satelliti. Il Dr. Spencer continua a collaborare con la NASA come responsabile del team scientifico statunitense per l’Advanced Microwave Scanning Radiometer che vola sul satellite Aqua della NASA. Ha testimoniato più volte al Congresso sul tema del riscaldamento globale.

La ricerca del Dr. Spencer è stata interamente sostenuta da agenzie governative statunitensi: NASA, NOAA e DOE.

Se volete essere aggiornati sulle ultime novità, iscrivetevi al CANALE TELEGRAM https://t.me/NogeoingegneriaNews.

IMPORTANTE!: Il materiale presente in questo sito (ove non ci siano avvisi particolari) può essere copiato e redistribuito, purché venga citata la fonte. NoGeoingegneria non si assume alcuna responsabilità per gli articoli e il materiale ripubblicato.Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.