FOTO: MISSIONE ATREX 2012

Nuvole artificiali per studiare i venti

Un nuovo esperimento per studiare la ionosfera e i fiumi d’aria dell’alta atmosfera.

Il prossimo 11 giugno i cieli della costa atlantica degli Stati Uniti si accenderanno di nubi luminescenti e artificiali. Sarà la Nasa a crearle, per mettere alla prova un nuovo sistema per lo studio della ionosfera e delle aurore boreali. Per il lancio verrà utilizzato un Terrier Malemute: questo è un razzo sonda “leggero”, a due stadi (Terrier e Malemute, due razze canine particolarmente robuste), progettato per portare materiale scientifico fino a un massimo di 180 kg circa e fino a 400-700 km di altezza, a seconda dell’esperimento e del peso del materiale stesso.

In questo caso il razzo porterà in quota 10 “serbatoi” delle dimensioni di una bottiglietta da bibita, che si apriranno in successione tra i 10 e i 20 km di distanza dal secondo stadio (Malemute), a 150-200 km di quota.

 

meteorologia, studio dei venti

L’area interessata dal test. | NASA

Il materiale disperso in cielo darà origine a nubi artificiali dal colore blu-rosso-verde che permetteranno ai ricercatori a terra di seguire il movimento delle particelle in alta atmosfera e perciò di studiare il comportamento dei venti a quote molto elevate.

TUTTO IN 8 MINUTI. Filmeranno l’intero test varie telecamere a terra installate tra la Wallops Flight Facility (base di lancio gestita dal Goddard Space Flight Center), in Virginia, e il North Carolina. Il materiale disperso in atmosfera, composto da bario, stronzio e ossido rameico, sarà in quantità tale e sarà rilasciato a una tale altezza da non avere alcun effetto sui territori toccati dal test, che complessivamente durerà al massimo 8 minuti – prima che i venti lo spazzino via del tutto. FONTE 

Le nuvole, o traccianti, si formano “attraverso l’interazione di bario, stronzio e ossido di rame”, secondo la NASA. Vedi QUI

 

VEDI ANCHE

Traccianti chimici nel cielo della costa orientale degli Stati uniti

Credit: Jack Fusco

 

NRL Scientists Produce Densest Artificial Ionospheric Plasma Clouds Using HAARP

DIFESA USA: ALLO STUDIO BOMBE AL PLASMA DA FAR DETONARE NELLA IONOSFERA

DISTRUGGERE LENTAMENTE IL NOSTRO PIANETA

 

50 anni e più … Sahara and in Sardinia in 1964

  Artificial strontium and barium clouds in the upper atmosphere

Abstract

Experiments with strontium and barium vapour releases in the upper atmosphere, carried out in the Sahara and in Sardinia in 1964, are discussed. (1) The yield of evaporated metal was tested for different chemical reactions. Sr proved to have efficiencies up to 40 per cent. For Ba a mixture of CuO and Ba gave the best results with a yield of nearly 7 per cent. (2) No Sr ions were observed in the experiments. Barium, however, is strongly ionized. The ionization proceeds in two different steps: during the initial phase with a characteristic time of about 5 sec and by a slower photoionization process with a characteristic time of about 100 sec. (3) The diameter of the neutral clouds increased as one would expect for purely molecular diffusion. (4) The rate of increase in the central intensity of the clouds at sunrise was greater than the rate of decrease at sunset. (5) Atmospheric wind velocities of 50-130 msec−1 were determined from the motion of the neutral clouds. The motion of the ion clouds perpendicular to the Earth’s magnetic field in- dicated the presence of electric fields. (6) The initial expansion velocity for explosive mixtures was greater by about a factor of four than the mean thermal velocity of the atoms at a temperature of about 3000°K.

 

Long-lived artificial ion clouds in the Earth’s ionosphere

http://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1029/93GL01348/abstract

Alcuni brevetti

4712155 – December 8, 1987 – Method and apparatus for creating an
artificial electron cyclotron heating region of plasma

4999637 – March 12, 1991 – Creation of artificial ionization clouds
above the earth

5984239 – November 16, 1999 – Weather modification by artificial satellite

6110590 – August 29, 2000 – Synthetically spun silk nanofibers and a
process for making the same

Risultati immagini per 4712155 - December 8, 1987 - Method and apparatus for creating an artificial electron cyclotron heating region of plasma


IMPORTANTE!: Il materiale presente in questo sito (ove non ci siano avvisi particolari) può essere copiato e redistribuito, purché venga citata la fonte. NoGeoingegneria non si assume alcuna responsabilità per gli articoli e il materiale ripubblicato.Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.